750 grammes
Tutti i nostri blog di cucina Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

L'istituto comprensivo Madonna Assunta di Napoli vive da tempo una situazione d'emergenza che dopo un anno di scuole chiuse appare ancor più grave e paradossale. La scuola ha segnalato al Comune che la scala antincendio non fosse a norma già anni fa, nel 2019 il Comune ha deliberato i lavori e finalmente a marzo 2020 ha pubblicato sul sito ufficiale il verbale di assegnazione dei lavori a una ditta. Ebbene, dopo un anno di chiusure e di DAD, anno in cui si sarebbero potuti effettuare i lavori senza creare problemi alla platea scolastica, la scala antincendio resta un mostro di metallo non a norma. Di chi è la responsabilità? 

Nel frattempo, in questo anno scellerato, bambini dai 2 anni e mezzo agli 11 hanno frequentato - quando è stato possibile causa Covid - una scuola che per volontà tacita degli enti locali non rispetta le norme antincendio. Di chi è quest'altra responsabilità?

Adesso, dopo un anno di sconvolgimento emotivo, psicologico e didattico per gli alunni della Madonna Assunta, quando finalmente si può tornare a scuola in una situazione di semi-normalità, la dirigenza, non avendo trovato soluzioni in questo lungo tempo, tira fuori di nuovo dal cilindro il problema della scala antincendio imponendo agli alunni dei doppi turni disumani. Perché è disumano e contro ogni legge della pedagogia pretendere che finanche i bambini della scuola dell'infanzia (2 anni e mezzo/5 anni) frequentino la scuola di pomeriggio a settimane alterne rendendo peraltro impossibile per i genitori svolgere la propria attività lavorativa. Restano inspiegabilmente esclusi dalla turnazione gli alunni delle scuole medie. Sembra quasi che in questa situazione si voglia scoraggiare i piccoli alunni della scuola dell'Infanzia - non scuola dell'obbligo - a frequentare l'istituto poiché con questi orari assurdi saranno costretti a trovare soluzioni alternative. Si vuole però notare che venendo meno il bacino d'utenza dell'infanzia, caleranno gli iscritti anche nelle scuole di ordine successivo fino alla rovina di un istituto scolastico da sempre di prestigio per la comunità locale.

Nella lotta tra un Comune assente e una dirigenza miope, a farne le spese sono gli alunni che ancora una volta dovranno cambiare la loro vita adattandosi agli sbagli del mondo adulto e peggio ancora del mondo istituzionale.  Di chi è la responsabilità?

#iononcisto 

Federica Bernardo

  

 

Situazione d'emergenza alla Scuola Madonna Assunta di Napoli: chi è responsabile?